Zurigo e lo “sconfinato” patto d’amore per Silone

Il Messaggero Abruzzo 18 agosto 2022

di Antonio Gasbarrini

Ignazio Silone, braccato dalla polizia fascista e sorvegliato da varie spie del regime messe alle sue costole durante la lunga permanenza in Svizzera, lascerà definitivamente – dopo il rientro in Italia – la città di Zurigo dove aveva vissuto dagli inizi degli Anni Trenta fino all’ottobre del 1944. Qui, il clandestino prima ed esule poi, si affermerà come scrittore di pregevole grandezza nell’ingrigito panorama culturale europeo imbavagliato dalle tre dittature rosse e nere.

Leggi tutto “Zurigo e lo “sconfinato” patto d’amore per Silone”

Silone, il Surrealismo e i visionari “Simulcri” di Remo Brindisi

Il Messaggero Abruzzo 30 aprile 2022

di Antonio Gasbarrini

Ignazio Silone aveva una  indiscussa competenza in materia di arte moderna e contemporanea. Né era da meno sul più che familiare versante letterario. Ecco perché, nel Primo Maggio del 122esimo anniversario della sua nascita, ci piace ricordarlo sotto un’angolazione pressoché sconosciuta.

Leggi tutto “Silone, il Surrealismo e i visionari “Simulcri” di Remo Brindisi”

Ignazio, Celestino V, la Perdonanza e l’atroce invasione russa dell’Ucraina

Il Messaggero Abruzzo 12 marzo 2022

di Antonio Gasbarrini

Se la “Guernica” di Pablo Picasso e “Il sonno della ragione genera mostri” di Francisco Goya, insieme ad altri capolavori analoghi, nulla hanno detto o sopratutto insegnato qualcosa ai guerrafondai che continuano, impuniti, ad insanguinare il mondo, il messaggio d’una civile convivenza tra i Popoli di cui è imbevuta la taumaturgica parola “Pace”, mantiene intatte le potenzialità di una sua ecumenica condivisione.

Leggi tutto “Ignazio, Celestino V, la Perdonanza e l’atroce invasione russa dell’Ucraina”

Tutto l’onore dovuto all’Ignazio giornalista e saggista

Il Messaggero Abruzzo 21 agosto 2021

di Antonio Gasbarrini

Nel 43esimo anniversario dell’estremo saluto datoci da una clinica ginevrina, ci piace ricordare il Grande scrittore abruzzese Ignazio Silone nella quasi sconosciuta sua veste di giornalista e saggista. Sin da giovane impegnato, con la sua penna senza alcun pelo sulla lingua, nella strenua lotta condotta contro le dittature mussoliniana e staliniana, per l’avvento di una società alternativa riplasmabile sulle basi etiche dalla forte connotazione ideologica comunista, socialista e cristiana.

Leggi tutto “Tutto l’onore dovuto all’Ignazio giornalista e saggista”

“L’umanesimo politico di Silone”nel libro di Luigi Mastrangelo

di Antonio Gasbarrini

Il Messaggero Abruzzo 30 aprile 2021

Non è difficile, per chi sia nato come Ignazio Silone il primo maggio del 1900, ricordarne l’anniversario nonché fare rapidamente il conteggio dei 121 anni trascorsi. Per festeggiare l’evento nel modo più consono all’eccelsa figura e all’illuminante opera di uno dei massimi pensatori europei del secolo scorso, ci affidiamo alle pagine del libro di Luigi Mastrangelo “L’umanesimo politico di Ignazio Silone”.

Leggi tutto ““L’umanesimo politico di Silone”nel libro di Luigi Mastrangelo”

Ignazio Silone, i cento anni del Pci e “Fontamara” nel libro di La Monica

Il Messaggero Abruzzo 15 gennaio 2021

di Antonio Gasbarrini

Presentato in anteprima internazionale ai primi di dicembre nella due-giorni del Convegno “Zurigo per  Silone. A 120 anni dalla nascita” dalla stesso autore – Alessandro La Monica – il libro “La scrittura violata. Fontamara tra propaganda e censura” (Mimesis Edizioni, Milano-Udine, novembre 2020) va letto per molteplici ragioni.

Leggi tutto “Ignazio Silone, i cento anni del Pci e “Fontamara” nel libro di La Monica”

L’inossidabile patto d’amore tra la città di Zurigo e Ignazio Silone

Il Messaggero Abruzzo (2 dicembre 2020)

di Antonio Gasbarrini

Senza il suo intenso vissuto in Svizzera (1929-1944), da dove darà l’estremo saluto in una clinica ginevrina nel 1978, il rivoluzionario Secondino Tranquilli che lì si era rifugiato per sfuggire dalle  grinfie della dittatura fascista, non sarebbe mai diventato lo scrittore Ignazio Silone tuttora letto e riletto in ogni parte del globo.

Leggi tutto “L’inossidabile patto d’amore tra la città di Zurigo e Ignazio Silone”

Ignazio Silone e la casa natia fontamarese rimessa a nuovo

Il Messaggero Abruzzo (13 settembre 2020)

di Antonio Gasbarrini

Per chi abbia “frequentato” con assiduità o solo occasionalmente le vibranti quanto attualissime pagine siloniane ed era presente alla cerimonia dell’avvenuto restauro della casa natia dello scrittore, l’esperita emozione era palpabile a vista d’occhio, nonostante la distanziatrice mascherina del Covid-19 occludesse gran parte del viso.

Leggi tutto “Ignazio Silone e la casa natia fontamarese rimessa a nuovo”

Quel trionfante cappello panamense di Silone “turista” all’isola di Corfù

Il Messaggero Abruzzo (21 agosto 2020)

di Antonio Gasbarrini

Vogliamo ricordarlo, Ignazio Silone, con l’inedita, solare foto scattata nell’isola di Corfù dalla moglie Darina nel 1959: con quel trionfante bianco del cappello panamense di paglia a larghe falde e camicia a maniche corte, mentre lo sguardo è proiettato al di sopra della rete da pesca stesa ad asciugare tra un albero e l’altro.

Leggi tutto “Quel trionfante cappello panamense di Silone “turista” all’isola di Corfù”

Il martirio di Romolo, fratello di Silone

Il Messaggero Abruzzo (11 luglio 2020)

di Antonio Gasbarrini

Ci voleva tutta la maestria di un “ricercatore storico puro” come AlbertoVacca, confluita nel libro “Il fratello di Silone Romolo Tranquilli. Il processo e la morte in carcere (1928 -1932)”, per farci conoscere da vicino tutti i dettagli della tragica vicenda che portò alla sua precoce morte nel carcere di Procida, a soli 28 anni, a causa delle torture subite dai fascisti.

Leggi tutto “Il martirio di Romolo, fratello di Silone”