Tutto l’onore dovuto all’Ignazio giornalista e saggista

Il Messaggero Abruzzo 21 agosto 2021

di Antonio Gasbarrini

Nel 43esimo anniversario dell’estremo saluto datoci da una clinica ginevrina, ci piace ricordare il Grande scrittore abruzzese Ignazio Silone nella quasi sconosciuta sua veste di giornalista e saggista. Sin da giovane impegnato, con la sua penna senza alcun pelo sulla lingua, nella strenua lotta condotta contro le dittature mussoliniana e staliniana, per l’avvento di una società alternativa riplasmabile sulle basi etiche dalla forte connotazione ideologica comunista, socialista e cristiana.

Leggi tutto “Tutto l’onore dovuto all’Ignazio giornalista e saggista”

“L’umanesimo politico di Silone”nel libro di Luigi Mastrangelo

di Antonio Gasbarrini

Il Messaggero Abruzzo 30 aprile 2021

Non è difficile, per chi sia nato come Ignazio Silone il primo maggio del 1900, ricordarne l’anniversario nonché fare rapidamente il conteggio dei 121 anni trascorsi. Per festeggiare l’evento nel modo più consono all’eccelsa figura e all’illuminante opera di uno dei massimi pensatori europei del secolo scorso, ci affidiamo alle pagine del libro di Luigi Mastrangelo “L’umanesimo politico di Ignazio Silone”.

Leggi tutto ““L’umanesimo politico di Silone”nel libro di Luigi Mastrangelo”

La scrittura violata. Fontamara tra propaganda e regime

Alessandro La Monica – “La scrittura violata. Fontamara tra propaganda e regime” – [Mimesis   Edizioni (Milano – Udine), novembre 2020, pp. 224].

Premessa

Il libro esamina la genesi e la ricezione di Fontamara di Silone negli anni che vanno dall’ascesa di Hitler (1933) alla fine della seconda guerra mondiale (1945). Molti studi si sono soffermati sulla fortuna critica del romanzo siloniano e sulle sue numerose traduzioni; nessuno, però, si è occupato delle pressioni esterne subite dal romanzo, che hanno finito, a volte, con mutarne il senso e assegnargli una finalità extraletteraria. In questo lavoro si fa la storia di tali interventi, ai quali l’autore, per sua stessa ammissione, dovette cedere, pur di vedere pubblicata la propria opera.

Leggi tutto “La scrittura violata. Fontamara tra propaganda e regime”

Ignazio Silone, i cento anni del Pci e “Fontamara” nel libro di La Monica

Il Messaggero Abruzzo 15 gennaio 2021

di Antonio Gasbarrini

Presentato in anteprima internazionale ai primi di dicembre nella due-giorni del Convegno “Zurigo per  Silone. A 120 anni dalla nascita” dalla stesso autore – Alessandro La Monica – il libro “La scrittura violata. Fontamara tra propaganda e censura” (Mimesis Edizioni, Milano-Udine, novembre 2020) va letto per molteplici ragioni.

Leggi tutto “Ignazio Silone, i cento anni del Pci e “Fontamara” nel libro di La Monica”

Silone: quale dissimulazione?

«Patria Letteratura» – Rivista internazionale di lingua & letteratura (21 luglio 2014)

di Alessandro La Monica 

Secondo la ricostruzione di due studiosi, Dario Biocca e Mauro Canali, i documenti emersi dagli archivi negli ultimi anni a proposito di Ignazio Silone restituirebbero l’immagine di un doppiogiochista, che avrebbe collaborato per circa un decennio con la polizia fascista.

Leggi tutto “Silone: quale dissimulazione?”

Silone: il grano e il loglio sotto la neve. Una risposta a Dario Biocca

«Patria Letteratura» – Rivista internazionale di lingua & letteratura (16 ottobre 2014)

di Alessandro La Monica 

Dario Biocca risponde al mio articolo-resoconto su Silone ribadendo la sua posizione («Confermo, in ogni dettaglio [sic!] quanto ho già scritto») in merito alla collaborazione dello scrittore con la polizia fascista. Approfitto dell’invito garbato dello studioso per elencare i motivi di disaccordo e per proporre un passo in avanti.

Leggi tutto “Silone: il grano e il loglio sotto la neve. Una risposta a Dario Biocca”