XXI edizione Premio Internazionale Ignazio Silone

Ignazio, buongiorno. Giusto quarant’anni fa, ci lasciavi fisicamente per sempre in una clinica ginevrina. Ma, come hai avuto modo di constatare, i tuoi scritti creativi, saggistici e giornalistici sono sempre più apprezzati in tutto il mondo da quei sensibili lettori che sono in perfetta sintonia con la tua non scalfibile etica incardinata sulla difesa ad oltranza dei più poveri ed emarginati.

Leggi tutto “XXI edizione Premio Internazionale Ignazio Silone”

Su quel murales l’intero romanzo di Fontamara

Il Messaggero Abruzzo (18 agosto 2018)

di Antonio Gasbarrini

Ignazio Silone, nella sua gioventù, aveva disprezzato i futuristi e tollerato i surrealisti. Nei dieci anni trascorsi dal 1934 al 1944 a Zurigo nella casa del mecenate Fleischman in qualità di esiliato, aveva familiarizzato con più di un capolavoro dei vari Van Gogh, Matisse, Picasso, Braque ed altri artisti ancora. Su tutti, amava Rouault. Non sarà stato un caso, allora, se la prima edizione di “Fontamara” in lingua tedesca del 1933, sia stata illustrata dall’artista espressionista Clément Moreau.

Leggi tutto “Su quel murales l’intero romanzo di Fontamara”

Il segreto siloniano di Fontamara nel nuovo libro di Giulio Napoleone

Il Messaggero Abruzzo (19 Giugno 2018)

di Antonio Gasbarrini

“Silone, uomo ‘contro’ e voce degli oppressi” è il titolo del denso articolo, a firma di Carlo Nordio, pubblicato recentemente in pagina nazionale del nostro giornale. Centrale, nella sua ricostruzione storico-biografica, è questa citazione del magistero etico siloniano sulla Libertà: “La libertà – scrisse – è la possibilità di dubitare, la possibilità di cercare, di sperimentare, di dire di no a qualsiasi autorità letteraria, artistica, filosofica, religiosa, sociale e anche politica”: Ed i suoi reiterati NO, come ben sappiamo, gli costarono molto cari.

Leggi tutto “Il segreto siloniano di Fontamara nel nuovo libro di Giulio Napoleone”

Ignazio Silone e la nascita di “Tempo Presente”

Tempo Presente (Supplemento Abruzzo n. 1-2018)

di Angelo G. Sabatini

La nascita di “Tempo presente” ad opera di Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte rappresenta un momento significativo della vita dello scrittore abruzzese nel contesto della vita culturale europea. Nel clima di una contrapposizione ideologica molto tesa che vedeva schierate militarmente le due grandi potenze mondiali e contrapposte due culture politiche e letterarie, la rivista rappresentò nel panorama italiano un serbatoio di idee e di analisi politico-culturali particolarmente vive.

Ignazio Silone, nato il Primo maggio

Il Messaggero Abruzzo (1 maggio 2018)

di Antonio Gasbarrini

Come onorare al meglio il 118 compleanno virtuale di Secondino Tranquilli alias Ignazio Silone nato a Pescina dei Marsi il I maggio del 1900? Tra i tanti, ramificati ed intricati sentieri del suo vissuto come rivoluzionario comunista prima (anni Venti), antifascista e socialista in esilio in Svizzera (1929-1944) e scrittore a tempo pieno dopo il clamoroso successo di Fontamara (1933)? Abbiamo scelto quello meno accidentato, ma non per questo non altrettanto valido dal punto di vista storiografico. La pubblicazione di una lettera anonima mentre era spiato dall’allora PCI (siamo agli inizi degli anni Cinquanta) e di un suo testo indirizzato ai giovani (pubblicata su “La Fiera Letteraria” alla metà degli anni Sessanta).

Leggi tutto “Ignazio Silone, nato il Primo maggio”

Ignazio Silone: la gioia di scrivere l'”Avventura di un povero Cristiano”.

Il Messaggero Abruzzo (28 aprile 2018)

di Antonio Gasbarrini

Forse, poche altre parole, come “avventura” (“Caso inaspettato, avvenimento singolare e straordinario”, Treccani) hanno contraddistinto il vissuto, la scrittura e le manifestazioni celebrative indette a Pescina per onorare l’altissima figura politica e creativa di Ignazio Silone. Consolidate nelle XX edizioni del Premio Internazionale che porta il suo illustre nome, le cui coordinate sono state fissate con una legge regionale ad hoc del 1995, rivista ed emendata nel mese di marzo dello scorso anno. Mentre tra qualche rigo ci intratterremo sulla stessa, ci piace ricordare il nostro amato conterraneo con questa istantanea (un po’ rubata) scattata in un albergo di Rocca di Cambio nella seconda metà degli anni Sessanta, mentre s’era messo sulle tracce documentali ed iconografiche di Celestino (a L’Aquila nella Basilica di S. Maria di Collemaggio e nella tommasiana biblioteca provinciale; a Sulmona nella cattedrale di S. Panfilo e nell’eremo di S. Onofrio).

Leggi tutto “Ignazio Silone: la gioia di scrivere l’”Avventura di un povero Cristiano”.”

13 gennaio: una data tragica e provvidenziale nella vita di Silone

Il Messaggero Abruzzo (13 gennaio 2018)

di Maria Nicolai Paynter

Il 13 gennaio ricorre l’anniversario del terremoto che colpì la Marsica nel 1915. Dopo più di un secolo la memoria di quelli che allora perirono rimane, a testimonianza del dolore e delle sofferenze di allora e dello spirito di umana solidarietà che ha reso possibile la ricostruzione. I più recenti, tragici terremoti che hanno colpito L’Aquila nell’aprile del 2009 e Amatrice nell’agosto 2016, seminando morte negli epicentri e nei paesi vicini come Onna, Accumoli e Arquata, ci ricordano quanto siamo vulnerabili e quanto sia essenziale resistere alla tentazione di arrendersi.

Leggi tutto “13 gennaio: una data tragica e provvidenziale nella vita di Silone”